Errore
  • Errore nel caricamento dei dati del feed

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Libertas Lombardia

NORMATIVE LEGALI E FISCALI

NEWS PALLANUOTO

YOUTUBE

libertas-tv

GALLERIA

libertas-201300609-15.jpg libertas-random-10.jpg libertas-random-03.jpg libertas-random-04.jpg libertas-judo-20130505-13.jpg libertas-20130722-14.jpg libertas-random-01.jpg libertas-random-02.jpg libertas-201300609-8.jpg libertas-random-08.jpg libertas-20130722-01.jpg libertas-random-18.jpg libertas-pallanuoto-20130609-15.jpg libertas-ginnart-20130310-26.jpg libertas-random-16.jpg libertas-random-12.jpg libertas-nuoto-20130421-03.jpg libertas-random-15.jpg libertas-random-13.jpg

VISUALIZZA LA GALLERIA...
(Solo gallerie attive)

Cerca

A+ A A-

09 GIU 2013 - Finali Nazionali Pallanuoto 2013

Finali campionato italiano pallanuoto 2013
Anche quest'anno siamo arrivati all'epilogo di questo campionato con le partite delle finali di categoria, svolte presso la piscina Pia Grande di Monza.
Tutte le partite sono state molto belle e combattute, e risolte con poco scarto nel punteggio, e in 2 casi risolte dopo i tiri di rigore. Ma vediamo come sono andate nello specifico tutte le partite.

La finale Acquagol vedeva di fronte Team Lombardia Rho e Dinamica Susa. Nel corso de campionato le squadre si erano affrontate due volte con una netta vittoria dei rhodensi all'andata, e un pareggio nel girone di ritorno. Questa partita valeva il titolo ed è andata al Team Lombardia Rho con il risultato di 7-4. Il primo tempo vedeva un sostanziale equilibrio tra le squadre, con molte occasioni di tiro per entrambe ma poco sfruttate, se non dal solo Trinchera che portava in vantaggio Rho a fine tempo. La seconda frazione vedeva i rhodensi aggiustare un pò la mira e andare ancora a segno con la doppietta di Sipone che portava il vantaggio a metà gara sul 3-0. Nella seconda parte di gara l'equilibrio era netto, con un doppio 2-2 nel terzo e quarto tempo, dove i piemontesi riuscivano a trovare la via del gol con una rete a testa di Marra e Borello nel terzo tempo, che rispondevano all'allungo dei rhodensi con la doppietta di Robecchi. L'ultima frazione é la copia del terzo tempo, dove Rho allunga ancora con Sipone e Mazzini, e la Dinamica rispondeva con la doppietta di Marra per il 7-4 finale. Al fischio finale festeggiamenti in acqua per tutti i rhodensi, per la Dinamica la soddisfazione di essere arrivati comunque a disputarsi la finale e la soddisfazione di Borello che ha vinto la classifica marcatori della categoria.
La finale Esordienti vedeva ancora ancora in vasca i rhodensi del Team Lombardia contro il Polì Novate di coach Munerati. Durante il campionato le squadre si son affrontate 2 volte, con una vittoria a testa, 12-3 per i rhodensi all'andata e 7-6 per il Polì nel ritorno. La finale li metteva ancora di fronte per una sorta di rivincita, e i rhodensi si sono imposti 3-2 sui novatesi. Dopo un primo tempo chiuso sullo 0-0, dove le squadre si studiavano e non rischiavano molto, il secondo tempo vedeva ancora un pareggio per 1-1, con la rete di Saponaro del Polì che sfruttava una superiorità numerica, e subito dopo la rete del pareggio dei rhodensi ad opera di Amigoni. La seconda parte di gara vedeva imprimere da parte dei rhodensi un'accelerazione con il parziale di 2-0 realizzato con le reti di Crea e Amigoni, che portava il risultato sul 3-1 a fine terzo tempo. L'ultima frazione vedeva i novatesi cercare la rimonta, che riusciva solo in parte con la rete di Bonacina, che accorciava lo svantaggio subito a inizio tempo, ma a cui non seguiva il pareggio. Nei minuti restanti dell'ultimo tempo da annotare solo i time out che non cambiavano l'andamento della partita che si chiudeva sul 3-2 finale per i rhodensi. Per i novatesi, alla loro prima finale, la consapevolezza di poter crescere ancora e provarci l'anno prossimo con una maggior voglia di rifarsi.
Nella finale Ragazzi si affrontavano Varese Olona Nuoto, alla sua prima partecipazione e Dea Sport A, che già ha maturato parecchie finali nelle edizioni precedenti. La partita si apriva con un primo tempo dove la Dea sorprendeva gli avversari con un'iniziale 2-0 grazie alle reti di Costa e Rossoni, a cui rispondeva Giroldi per il Varese a 10" dal termine del tempo. Dopo lo sbandamento iniziale i varesini rimettono la partita sui giusti binari, aggredendo gli avversari e ribaltando il punteggio con il parziale di 3-0 grazie alle reti di Cafà, Visconti e Giroldi, che dava loro un doppio vantaggio a metà gara. Subita la furia avversaria, anche la Dea ritrova il gol nel terzo tempo con Ganzino e Costa nel primo minuto di gioco per il 4-4, a cui risponde solo nel finale di tempo Cafà per il Varese. Ultimo tempo da cardiopalma, con le squadre che si affrontano a viso aperto per portare al termine l'incontro vittoriose, e la Dea ci riesce solo in parte perché a 15" dal termine trova la rete del pareggio con Cavaglieri per il 5-5 finale. Saranno i rigori a decidere l'esito della partita, con il Varese ad iniziare la lotteria dei tiri. Le prima serie di tiri vede i varesini segnare con Fidanza, e l'errore di Rossoni per la Dea; la seconda serie vede l'errore dei varesini con Giroldi e l'errore di Costa per la Dea; ultima serie di tiri decisiva vede ancora l'errore di Ferri per il Varese e la rete del pareggio di Cavaglieri. La serie si prolunga con i tiri a oltranza, e serve solo un turno di tiri dove il varesino Fidanza replica la rete della prima serie, mentre Rossoni sbaglia lasciando la vittoria agli avversari che possono festeggiare da imbattuti questa vittoria.
E siamo alla finale Allievi dove si affrontano ancora Dea Sport e Cus Geas Mlano. L'incontro del campionato era finito a favore della Dea, e di certo i milanesi vorranno rifarsi. La partita è stata molto bella e sportivamente combattuta, ed entrambe hanno dato il massimo. Il primo tempo, chiuso in parità 1-1 con le reti di Balestri per il Cus Geas e di Bettineschi per la Dea, vedeva le squadre studiarsi per trovare il punto debole difensivo da attaccare, ma entrambe ribattevano gli attacchi in maniera decisa. La seconda frazione, povera di reti, vedeva solo la rete di Loffredi del Cus Geas per il vantaggio momentaneo che chiudeva il parziale sul 2-1. La seconda parte di gara inizia con il pareggio della Dea ad opera di Benincasa, a cui rispondeva Vaghi per il Cus Geas e poi ancora Benincasa per il pareggio del terzo tempo sul 3-3. Ultimo tempo e mille emozioni, entrambe vogliono vincere, e la Dea apre bene questa frazione con un doppio vantaggio realizzato grazie alle reti di mozzati e Bonanno, ma gli avversari non si danno sconfitti e riacciuffano il pareggio con le reti di Balestri e Del Maso a 5" dal termine che regala la lotteria dei rigori. Il primo turno di tiri vede le reti di Pellegrin per il Cus Geas e di Bettineschi per la Dea; la seconda serie vedeva andare a segno Loffredi per il Cus Geas e Bonanno per la Dea; si decide tutto all'ultima serie di tiri dove Acerti per il Cus Geas sbaglia e Personè per la Dea realizza. Festeggiamenti per la Dea, e amaro in bocca per i milanesi del Cus Geas che hanno visto sfumare per un niente la vittoria.
Ultima partita delle finali, per la categoria Master scendevano in vasca PN Milano e Como Nuoto, che si sono aggiudicate la finale dopo le final four del 2 giugno contro le squadre del triveneto. I milanesi arrivano da imbattuti a questo appuntamento, mentre i comaschi solo con la sconfitta del campionato proprio contro i milanesi e vorranno rifarsi. La partita si apre con il primo tempo a favore della Como Nuoto che a 30" dal termine si porta in vantaggio con la rete di Stefanelli. Il secondo tempo è sempre equilibrato, dove sono di più le espulsioni temporanee dei gol, e sono poco sfruttate e vede allungare il Como con Galvani, e cui risponde a fine tempo la PN Milano con le reti di Bascaran e Soliani. La terza frazione si gioca sempre sul filo dell'equilibrio, con il pareggio del parziale per 1-1 grazie alle reti di Valente per i milanesi e di Stefanelli per i comaschi. Ultimo tempo semrpe ricco di un gioco molto combattuto, e con molte espulsioni temporanee (ben 19 in tutta la partita), sempre poco sfruttate vede a metà tempo la rete dei comaschi con Galvani che porta il punteggio sul 4-3, mentre i milanesi non sfruttano al meglio le superiorità numeriche per cercare di pareggiare e devono dire addio ai sogni di gloria, lasciando la vittoria ad un Como che ha meritato e che s'è rifatta della sconfitta subita nella stagione regolare. Per i milanesi il rammarico di aver disputato una grande stagione, e di essere stati poco brillanti nei momenti cruciali della finale. Merito al Como che alla prima partecipazione centra la vittoria

RSS Gazzetta.it

  • Gazzetta Awards: Nibali, lo Squalo che fa sognare Dopo il 2016 vissuto attorno alla corsa rosa vinta in rimonta e alla gara olimpica senza lieto fine, questo 2017 per il siciliano è finito in crescendo

  • Insigne: "Noi ci crediamo" Sarri: "Teniamo all'Europa" La stella del Napoli: "Ora andiamo a vincere in Olanda". Il tecnico: "Lorenzo è giocatore ormai di livello internazionale"

  • Napoli, ora vinci e tifa City Real avanti da secondo Monaco già fuori da tutto Gli azzurri devono battere il Feyenoord e sperare che Guardiola batta lo Shakhtar a Donetsk. Ancora quattro posti da assegnare, con sette squadre in lizza

  • Insigne inventa, il Napoli c'è Shakhtar spazzato via: 3-0 Dopo un primo tempo sofferto, la prodezza di Lorenzinho spiana la strada alla squadra di Sarri, che la chiude con Zielinski e Mertens

  • Buffon risponde a Rakitic "La mia maglia ti aspetta" Il portiere ringrazia il centrocampista, che aveva dichiarato: "Vorrei vederlo al Mondiale". Lo stesso croato, conclude lo scambio di onori: "La tua maglia sarà un dono"

  • RSS Coni

    Utenti Connessi

    Abbiamo 23 visitatori e nessun utente online

    Centro Regionale Sportivo Libertas Lombardia | Via Gran Sasso, 2a | 20026 - Novate Milanese (MI) | C.F. 03406260178
    Sito realizzato da Alessandro Branca

    Login or Registrati

    LOG IN